Carmecha PDF Nics

ELENCO MASSONI ITALIANI 2012 PDF

E questi i nomi e cognomi dei partecipanti (in neretto i nostri cari italiani, ndr) . Nomi e cognomi di tutti i partecipanti italiani dal al Vinse Ratzinger (i massoni restarono così delusi) che diventò un paio di frasi ( rispettivamente del e del ) dell’allora Card. .. fatto a cariche istituzionali italiane e anche a Papa Francesco[62]. .. Chissà se questo elenco di elogi massonici potrà essere ulteriormente aggiornato e ampliato. Source: mercredi 08 février C’est avec un sentiment d’urgence que Source: Nell’elenco dei 43 massoni italiani che abbiamo pubblicato.

Author: Vulkree Vudoktilar
Country: Jordan
Language: English (Spanish)
Genre: Spiritual
Published (Last): 17 September 2017
Pages: 136
PDF File Size: 6.25 Mb
ePub File Size: 6.1 Mb
ISBN: 894-5-53645-973-5
Downloads: 80210
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Moogum

La storia della massoneria abbraccia le origini, l’evoluzione e gli eventi salienti dell’associazione iniziatica e di fratellanza conosciuta come massoneria. Itxliani dei primissimi testi mmassoni contiene qualche sorta di storia del mestiere, o gilda, [2] della massoneria.

Poco dopo la formazione della prima gran loggia d’InghilterraJames Anderson fu incaricato di riassumere queste 2021 gotiche” in una gradevole forma moderna.

In Francia, la conferenza del di Chevalier Ramsay aggiunse i crociati all’albero genealogico. Sostenne che i massoni crociati avevano riportato alla luce il mestiere con i segreti recuperati in Terra Santasotto il patronato mawsoni Cavalieri Ospitalieri. Le storie di Anderson del el’elaborazione romanzata di Ramsay, assieme all’allegoria interna del rituale massonico, centrato sul Tempio di Salomone ed il relativo architetto, Hiram Abifhanno fornito ampio materiale per le successive congetture.

A seguito dell’introduzione dei massoni crociati da parte di Ramsay, i cavalieri templari assunsero un ruolo nel mito, a partire dal rito di stretta osservanza di Karl Gotthelf von Hund, che inoltre si collegava alla casata Stuart in esilio.

Il primo studio razionale di storia massonica fu pubblicato in Germania, ma l’opera del di Georg Kloss, Geschichte Freimaurerei in England, Irland und Schottland non fu mai tradotta. La lista dei suoi lavori pubblicati inizia nel con A Lexicon of Freemasonry, e si amplia flenco la sua monumentale Encyclopedia of Freemasonry del Pertanto abbiamo “sculptores lapidum liberorum” Italiabi”magister lathomus liberarum petrarum” Oxforde “mestre mason de franche peer” Statute of Labourers Tutti questi vocaboli indicano un uomo che lavora la pietra da taglio freestoneun’arenaria o pietra calcare senza difetti adatta all’edilizia ornamentale.

Sebbene questo sia difficilmente riconciliabile con i massoni-muratori medievali inglesi, divenne manifestamente importante per le logge “operative” scozzesi.

Ad un maestro massone medievale si sarebbe richiesto un tipo di formazione che al tempo era considerata “liberale”. Tra i quattordici e i diciassette anni avrebbe imparato le attitudini basilari nello scegliere, modellare e combinare la pietra e poi, tra i 17 e i 21, avrebbe dovuto imparare meccanicamente un gran numero di problemi formali di geometria.

Dopo tre anni come operaio specializzato, spesso il suo tirocinio sarebbe culminato nell’esecuzione di un lavoro complesso attinente ad un determinato problema di costruzione o progettazione. A questo punto, era considerato qualificato, ma doveva ancora superare alcuni gradini di carriera prima di ottenere la posizione di Maestro Massone in un grande progetto.

Nella sua funzione di architetto, il maestro massone o, se si preferisce: Il particolare minuto era trasferito dalla tavola da disegno per mezzo di dime in legno fornite ai muratori. I maestri massoni che risultano dai resoconti come preposti al coordinamento di grandi opere, come la cattedrale di Yorkdivennero agiati e rispettati. La narrazione storica mostra due livelli di organizzazione nella massoneria medievale, la loggia e la “gilda”. L’uso originario della parola “loggia” indica un’officina allestita sul sito di una grande opera, e se ne fa menzione la prima volta a proposito della Vale Royal Abbey nel Si noti che queste norme venivano sancite dal Dean and Chapter of the Minster “Decano e capitolo della cattedrale”.

Gli storici del XIX secolo applicarono il termine “gilda” alle compagnie di artigiani medievali per analogia alle gilde dei commercianti. I massoni formarono in ritardo tali corpi.

Il principale committente dei massoni nell’Inghilterra medievale era la coronache spesso reperiva maassoni manodopera facendo ricorso al cosiddetto impressment. In altre parole, erano reclutati a forza quando sorgeva l’esigenza.

Nelil preambolo alle norme che governano il Eelenco di Massoni specificamente afferma che, a differenza di altri mestieri, non esistevano corpi per la regolamentazione della massoneria praticata dai massoni. Alla fine, nelquattro rappresentanti della “gilda” [2] o mestiere vengono eletti nel Common Council a Elenfo. Questo pare anche essere il primo caso in cui si usa la parola freemason in inglese.

  JIM MARRS FOURTH REICH PDF

Fu immediatamente eliminata, e sostituita con la parola mason. Seguono le norme o carichi, di solito con istruzioni come il modo in cui un nuovo massone deve prestare giuramento.

Sempre intorno al il testamento di un massone di Beverley permette un’emozionante sbirciata sulla comparsa dei paramenti massonici. Un inventario del patrimonio di John Cadeby nomina alcune zonas, italianl cinte. Due erano incorniciate d’argento, ed una di esse aveva al centro le lettere “B” ed “I”, indicanti Boaz e Yakinle due colonne del tempio di Salomone.

I successivi anni produssero alcuni nuovi manoscritti. In questo periodo avvenne la Riforma. Una volta si presumeva che la Chiesa fosse il principale committente dei massoni, e che la dissoluzione dei monasteri avesse fatto estinguere le logge. Masspni fu approvata The bill of conspiracies of victuallers and craftsmen “la legge di cospirazione di vivandieri e artigiani”che ne revocava i monopoli. Robert Cooper, archivista della Gran Loggia di Scozia, ritiene che la rappresentazione perduta della gilda dei massoni possa sopravvivere nel rituale delle logge massoniche contemporanee.

Un’antica storia continentale cita una fonte del Elecno secolo secondo cui intorno alc’erano due logge massoniche scozzesi registrate in Francia, una a Parigi e l’altra a Lione. Verso la fine del secolo, William Schaw ricopriva entrambe le cariche.

Affermano “Saranno leali l’uno con l’altro e vivranno insieme in modo caritatevole come hanno giurato di essere fratelli e compagni del Mestiere. Edimburgo divenne la dlenco e principale” loggia eoenco Scozia e Kilwinning fu definita loggia “seconda e capo”, nel tentativo di conciliare tutte le fazioni.

Si presumeva che si sarebbe ottenuta l’autorizzazione del re per la normativa. Clair di Rosslyn il diritto di acquistare il patrocinio sui massoni di Scozia.

Agustin Angarita – Artículos de política, medicina y epistemologia para la paz

Sembra che la concessione sia decaduta dopo che St. Clair era fuggito in seguito a uno scandalo, [32] e fu rilasciata una seconda concessione a suo figlio, che lui William St. Clair, alla formazione della Gran Loggia di Scozia nel[48] malgrado che non avesse mai conquistato l’approvazione reale che l’avrebbe reso valido. La prima ammissione documentata di non-muratori [30] fu il 3 luglionelle persone di Sir Anthony Alexander, suo fratello maggiore, Lord Alexander, e Sir Alexander Strachan di Thornton.

Sir Anthony era il King’s Principal Master of Worke l’uomo che era stato in grado di bloccare la seconda concessione St. Clair, essendo responsabile delle logge di Scozia vedasi sezione precedente. Le ragioni per cui furono ammessi anche suo fratello e il loro amico non sono chiare.

Nel quattro logge e “alcuni vecchi Fratelli” si incontrarono alla Apple Tree Tavern in Covent Garden e si accordarono di ritrovarsi l’anno successivo per formare una “Gran Loggia”.

I “vecchi Fratelli” erano probabilmente della Cheshire Cheese ed almeno un’altra loggia. Si sa che le quattro logge menzionate supra tennero un’assemblea alla Goose and Gridironsul sagrato di St. Paul il 24 giugno festa di San Giovanni Battista. Concordarono di ripristinare le loro “Comunicazioni trimestrali”, quattro incontri annuali per la gestione degli affari massonici, ed un’assemblea annuale per eleggere il successivo Gran Maestro. Questa percezione sarebbe cambiata assai rapidamente.

L’anno successivo divenne gran maestro George Payne. Era un impiegato civile di carriera presso i commissari delle tasse. Nel elessero John Theophilus Desaguliersecclesiastico, illustre scienziato e membro della Royal Society.

Queste considerazioni inducono molti storici della massoneria a considerare Desaguliers come l’intelligenza direttiva nel momento in cui la nuova gran loggia si avventurava in un’era di auto-propaganda, che vide la repentina espansione della massoneria speculativa, con una corrispondente impennata di formazioni e pubblicazioni anti-massoniche. Le iniziazioni presero a comparire sui giornali.

Dal l’insediamento del nuovo gran maestro fu l’occasione di una parata, in origine a piedi, in seguito su carrozze. Questa prassi fu un po’ messa in ridicolo, dato che a partire dal c’erano anche processioni fasulle di gruppi anti-massonici, quindi nel fu abbandonata.

Oltre agli attacchi al mestiere provenienti dall’esterno, ora c’erano anche ex massoni disillusi desiderosi di arricchirsi grazie a “disvelamenti” della massoneria. The Constitutions of the Free-Masons”per l’uso delle logge” a Londra e Westminster, fu pubblicato nel Fu edito dal pastore presbiteriano James Andersonper ordine di John Theophilus Desaguliersed approvato da un comitato della gran loggia sotto il suo controllo. L’opera fu ristampata a Philadelphia nel da Benjamin Franklinche in quell’anno divenne Gran Maestro dei Massoni della Pennsylvania.

  EXTRA HIGH VOLTAGE AC TRANSMISSION ENGINEERING BY RD BEGAMUDRE PDF

Fu pure tradotta in olandesetedesco e francese Anderson era ministro di culto della chiesa presbiteriana in Swallow Street, Londra, che era stata anticamente una chiesa ugonottae il cui pastore negli anni era il padre di Desaguliers. Al tempo del suo incontro con Desaguliers, sembra che si fosse presentato come uno studioso talmudico. Come ricompensa del suo lavoro ebbe i diritti d’autore sull’opera.

In seguito, con disappunto di Anderson, fu condensata in edizioni “tascabili” sulle quali non aveva alcun controllo e non percepiva alcun profitto. Fu espansa, aggiornata e ripubblicata nel Era tratteggiata concisamente la cerimonia di dedicazione di una nuova loggia e l’opera finiva con una sezione di canti.

Sebbene la parte storica fosse criticata al tempo, e lo sia tuttora, in quanto frutto evidente di fantasia, l’opera resta una pietra miliare nella storia massonica.

Gli Antient Charges Antichi doveri pubblicati nell’attuale Book of Constitutions della Gran loggia unita d’Inghilterra si discostano in minima parte da quelli originariamente pubblicati da Anderson. Come altri mestieri o gilde, [2] la massoneria medievale riconosceva tre gradi di artigiano: Un apprendista che aveva imparato il suo mestiere diventava un compagno, qualificato a svolgere ogni sorta di lavoro edilizio. Avrebbe abbozzato il lavoro del giorno su una tavola da ricalco per affidarne l’esecuzione a compagni ed apprendisti.

I membri della loggia erano Brithers “fratelli”un termine giuridico scozzese per indicare persone legate reciprocamente da un giuramento. Il maestro era semplicemente il massone responsabile della loggia, o uno che avesse avuto in precedenza tale onore. Da esso, e da altri documenti coevi, come il manoscritto del del Trinity College Dublinopossiamo formarci un’idea del rituale di una loggia operativa [1] alla fine del XVII secolo.

Nel momento del giuramento da Apprendista Iscritto, al massone erano affidati segni appropriati, una “Parola di Massone” e un catechismo. Raggiungendo il grado di compagno, si prestava un altro giuramento, e si ricevevano due ulteriori parole e i “cinque punti di amicizia”, che nel erano piede a piede, ginocchio a ginocchio, cuore a cuore, mano a mano, e orecchio a orecchio. Nella Masonry Dissected di Samuel Pritchard, un’esposizione del rituale massonico scritta nel da un ex massone disilluso, vediamo per la prima volta qualcosa di riconoscibile come i tre gradi della massoneria moderna.

Rimane ancora il grado di Installed Master “maestro insediato”che comprende il maestro responsabile attuale della loggia e i suoi predecessori, e implica specifici rituale, parole e segni, ma presuppone di essere eletti responsabili della loggia per un anno. Il fatto stesso che si diffondesse, per molti studiosi sembra indicare che il sistema a tre gradi non fosse una vera innovazione, ma piuttosto la riorganizzazione di materiale preesistente.

Il nuovo grado di maestro massone era centrato sul mito di Hiram Abifche consiste a sua volta di tre parti. La prima traccia del conferimento di un terzo grado viene da Londra, da un verbale della Philo Musicae et Architecturae Societas Apollini, un’effimera associazione musicale composta interamente da massoni.

Questo al giorno d’oggi sarebbe stato considerato gravemente irregolare. Nel marzo del Gabriel Porterfield ottenne lo stesso grado nella loggia scozzese Dumbarton Kilwinning.

Gianluca Podio

Anche a Londra ci furono molte logge che non si affiliarono mai alla nuova Gran Loggia. Questi massoni non affiliati e le rispettive logge venivano chiamati “vecchi massoni”, o “massoni di San Giovanni” e “logge di San Giovanni”.

Apparvero presto Gran logge rivali in Munster e a Cork. Venne loro offerta, e rifiutata, l’autorizzazione inglese. Tali cambiamenti itqliani furono universalmente accettati dalle logge affiliate.

Per le logge non affiliate, le innovazioni non fecero altro che approfondire la divisione.